A caccia di foche con Pictar

Il fotografo e videomaker Federico Gusso è stato uno dei primi fan di Pictar, la grip che trasforma iPhone e smartphone Huawei o Samsung in una vera e propria fotocamera. Lo ha portato con sè in un viaggio di lavoro alle isole Faroe e ha vuto modo di utilizzarlo in tutte le sue funzioni.
Ecco la sua esperienza, ripresa dal sito italiano ufficiale pictar.it
Gusso_IsoleFaroe

La fotocamera con cui lavoro ultimamente è la Panasonic LUMIX GH4, è una camera che mi ha permesso di alleggerire di molto il mio zaino durante i miei viaggi, ogni progetto però può portare a lavorare con nuove camere ed attrezzature, a seconda delle esigenze. Con me non può mai mancare lo zaino del “pronto a tutto” con ottiche, flash, cavalletto, computer ed accessori vari, acqua e cibo.

Tra i miei viaggi, l’ultimo progetto scritto insieme a Valter Torri è stato davvero produttivo, è stato piacevole mettere a dura prova il corpo e l’attrezzatura al clima delle Isole Faroe in un documentario ideato per la RAI. Questo è il tipo di esperienza che cerco ogni giorno.

Capita spesso di ritrovarsi a vedere ed a vivere cose che possono essere le uniche nella tua vita, anche solo per una combinazione di colori e ombre. Avere sempre la macchina fotografica e la giusta attrezzatura con se è impossibile.

 


Il progresso ha portato alla possibilità di avere buone fotocamere anche all’interno di un semplice cellulare…che abbiamo SEMPRE (maledettamente) con noi! Pictar mi ha incuriosito proprio per questo, è la fusione tra il “non posso proprio perdermi questo momento” ed il “dov’è finita la mia camera?”
lle Isole Faroe è stato molto d’aiuto, spostarsi spesso a piedi con lo zaino in spalla significa anche non poter ogni volta smontare il tutto per scattare una foto “al volo”, per raccontare il mio viaggio e le mie esperienze serve qualcosa di più veloce che mi permetta di non lasciare il mio concetto di “pro”.

La cosa che ho adorato di più di Pictar è la sua impugnatura perfetta ed il pulsante di scatto con il mezzo scatto per la messa a fuoco come nelle reflex professionali. Fra le  caratteristiche che mi sono piaciute quelle che ho più apprezzato sono la modalità ISO, per sfruttare al massimo la qualità della camera del cellulare in ogni situazione, e la più classica Manuale.

Pictar è entrato con forza nel mio zaino per ogni viaggio. sempre pronto, rapido, leggero sempre agganciato.

 

Federico GussoFederico Gusso è un filmmaker e fotografo professionista.

Viaggiare, scoprire, improvvisare, sperimentare: queste sono le caratteristiche che lo hanno portato a crescere in questo lavoro. Ha presto scoperto la passione per la fotografia di viaggio, che comporta molteplici aspetti della fotografia, dal paesaggio, alla street per arrivare al ritratto. Ben presto però l’immagine statica non gli è più bastata ed è entrato nel mondo del video con grande entusiasmo, arrivando a fare del documentario antropologico e di viaggio il suo primo lavoro.

facebook.com/FrederickVonGuss
instagram.com/federicogusso/

youtube.com/user/FrederickVonGuss

 

Tutte le immagini: courtesy of Federico Gusso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...